Le 5 calette tra le più suggestive di Monopoli

By | 28 marzo 2016

Porto Ghiacciolo
È uno di quei posti che se sei felice è la cornice perfetta. Porto Ghiacciolo è una caletta piccolina, c’è da arrivare presto se si vuol trovare posto. La domenica, poi, offre un aperitivo molto lungo che dalle 14 va avanti per tutta la sera e non c’è nulla di meglio che un mojito in riva al mare.
Un mare che merita mille tuffi perché l’acqua, grazie alle continue correnti fredde che danno il nome alla caletta, è sempre pulitissima e limpida. C’è anche la possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni. Proprio vicino a questa caletta sorge l’Abbazia di Santo Stefano, che merita assolutamente una visita.

Monopoli - Porto Ghiacciolo (immagine)

Cala Verde
È una caletta un po’ nascosta, perché avvolta da due pareti rocciose e immersa nel verde. Il mare, che si vede solo dopo, è stupendo ed è il posto giusto per una giornata di relax e di sole. Alla caletta si accede dalle colonne del Castello di Santo Stefano. Il mare, a meno che non ci sia vento di Levante, è sempre calmo. L’acqua è piacevolmente fresca…dopo una giornata di sole. La spiaggia è libera, quindi non troverete servizi quali noleggio di lettini e ombrelloni, ma sono comunque presenti i bidoni per la raccolta di rifiuti.

Porto Nero
Una caletta in cui si alternano sabbia e scogliere, come in tutte le calette di questo tratto (località Capitolo): La suggestione visiva è davvero notevole. L’acqua è limpida e pulita. L’accesso alla caletta è reso possibile dalla presenza di una scalinata.

Cala Porto Bianco
Nella periferia sud di Monopoli troverete questa tranquilla caletta di sabbia morbida. L’acqua è turchese e l’accesso consentito grazie a rampe e scale di legno. Potrebbe essere un buon punto di partenza per esplorare e raggiungere in barca le vicine baie.

Cala Corvino
Si trova alla periferia Nord di Monopoli ed è una caletta carinissima che è più un’insenatura incorniciata da una scogliera, caratterizzata da numerose grotte, nei pressi di un villaggio. È poco frequentata forse anche perché per raggiungerla c’è da fare un sentiero dissestato, il panorama però ripaga delle fatiche e la spiaggia è una delle più “selvagge” di Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *